Emergenza24 masterclass

La  Comunicazione di Emergenza e Crisi sui social
Corso di formazione con laboratorio
(18 ore)

Il programma è rivolto ad amministratori pubblici, organizzazioni e associazioni di Protezione Civile, giornalisti, comunicatori pubblici, società di utilities, infrastrutture, manager d’impresa e più in generale a chi ha necessità di comunicare attraverso i social in maniera efficace nelle situazioni di crisi o quando sia necessario attivare contromisure comunicative per migliorare l’ecosistema informativo.

La comunicazione nelle emergenze prevede una serie di modalità di comunicazione e di conversazione ben definite attraverso protocolli e successive simulazioni. I cittadini  sono sui social per informarsi, per conversare, per scambiare opinioni e costruirsi una propria immagine pubblica. La comunicazione in emergenza deve avvenire proprio all’interno di questi spazi, con i linguaggi dei social, con le metafore delle piattaforme.

I social network offrono delle suite complete che permettono la scalabilità delle conversazioni dal semplice publishing in tempo reale, alla conversazione singola o multi individuo.

Il percorso formativo si avvale dell’apporto scientifico di Giancarlo Paolo Manfredi (disaster manager ed esperto di comunicazione di emergenza), Toni Muzi Falconi (docente e comunicatore), Andrea Iannuzzi (giornalista) e Maurizio Galluzzo (Coordinatore scientifico di Emergenza24).

Obiettivo del corso

L’obiettivo del corso è l’acquisizione di competenze nell’utilizzo di strumenti digitali e social nella comunicazione e conversazione nelle emergenze e nelle situazioni di crisi.
Emergenze  e crisi hanno delle caratteristiche definite: non sono prevedibili ed hanno un alto impatto nella comunicazione e nelle conversazioni.
La comunicazione di emergenza è un’eccellente palestra per testare processi, metodi e metriche nelle conversazioni digitali.


Programma del corso

Il corso è suddiviso in moduli che hanno sempre una componente di lezione frontale ed laboratoriale e fortemente interattiva. Verranno studiati gli scenari di crisi, le modalità di intervento e quelle di comunicazione. Saranno simulate situazioni corrispondenti ad eventi già accaduti per analizzare le differenze di comportamento conversazionale rispetto ai modelli standard.
I partecipanti potranno utilizzare computer, tablet o smartphone per seguire le lezioni, interagire con i contenuti, realizzare le esercitazioni.
Saranno analizzati l’utilizzo dei social nelle emergenze con particolare attenzione a Facebook, Whatsapp e Instagram nei diversi approcci: dalla pagina alla conversazione diretta.
I partecipanti disporranno di uno Student Kit digitale costituito da una selezione di contenuti e dalla possibilità di approfondimento dei temi oggetti di studio tra un modulo e l’altro.
Ai partecipanti richiede di poter utilizzare durante il corso un proprio device con account Facebook, Twitter e GMail per poter seguire le esercitazioni ed i laboratori.

Lezione 01 > 29 marzo 2019

  • Comunicazione, modalità di conversazione e partecipazione.
  • Comunicazione: il design e la misura delle conversazioni.
  • Tipologie di emergenza e strategie di Protezione Civile.
  • Protezione Civile, gestione delle emergenze, ruoli, competenze, normativa.
  • Comunicare la Polizia Locale nei social mediaSamanta Arsani – Polizia locale, gabinetto del Presidente della Regione Emilia-Romagna (scarica presentazione PDF)
  • Emergenza24 Workshop LAB
  • Come si comunica in emergenza – Intervento a cura di Toni Muzi Falconi con
  • Patrick Trancu – CEO e Crisis Advisor (www.tta-advisors.com) con 20 anni di esperienza al fianco di società multinazionali nei settori industriali e tipologie di crisi gestite. In una vita precedente, 30+ anni di consulenza in comunicazione d’impresa.
  • Letizia di Tommaso – responsabile comunicazione del CISOM (Corpo di Soccorso dell’Ordine di Malta) e oggi anche attivamente impegnata nella Factory dell’Agenzia Italia
  • Biagio Oppi, operatore della emergenza del territorio nord emiliano durante il terremoto, coautore di un libro dedicato alla comunicazione di crisi e co-promotore della più recente Carta di Rieti.

Incontro coordinato da Maurizio Galluzzo – Emergenza24

Lezione 02 > 5 aprile 2019

  • La costruzione di contenuti per le emergenze.
  • Comunicazione visuale. Cenni di semiotica delle emergenze.
  • Richiami alla normativa per il rispetto dei diritti dei minori e di persone in difficoltà.
  • Semantica e semiotica delle emergenze – Dal «codice della paura» al «codice della protezione» – Un metodo per facilitare la narrazione nella comunicazione delle emergenze – Intervento di Giancarlo Paolo Manfredi
  • Emergenza24 Workshop LAB

Incontro coordinato da Maurizio Galluzzo – Emergenza24

Lezione 03 > 10 maggio 2019

  • Ma chi mi risponde? I bot nella conversazione delle emergenze.
  • Canali di informazione e verifica.
  • La costruzione delle ad campaign per costruire relazioni positive con i territori
  • Case history nella comunicazione delle emergenze.
  • Il rumore nelle conversazioni social, contromisure e tecniche.
  • La comunicazione del Dipartimenti di Protezione Civile – Intervento di Ilaria Salvi – Presidenza del Consiglio dei Ministri – Ufficio Stampa del Dipartimento della Protezione Civile
  • Emergenza24 Workshop LAB

Incontro coordinato da Maurizio Galluzzo – Emergenza24

Il programma è provvisorio e saranno a breve indicati gli interventi dei diversi ospiti e docenti.

Orari
L’orario delle lezioni è dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 14:00 alle 17:00

Rilascio attestazione partecipazione
Emergenza24 rilascia a coloro che hanno partecipato ad almeno il 70% delle ore previste una attestazione di partecipazione.

Costo di partecipazione
La partecipazione è gratuita ma richiede la registrazione.

ISCRIZIONE PARTECIPANTI

Il corso è unitario quindi si chiede di verificare la possibilità di essere presente a tutte le lezioni. È necessario in ogni caso iscriversi ad ogni singola lezione dai link seguenti:

ISCRIZIONE GIORNALISTI 

L’iscrizione (già aperta) deve essere fatta sulla piattaforma Sigef per il riconoscimento dei crediti formativi. La partecipazione è gratuita. Ecco dove lo trovi:

ALTRI CORSI

Se le iscrizioni sono chiuse, i posti esauriti o non potete partecipare al corso potete registrarvi a questo indirizzo per le successive edizioni. Ovviamente è gratuito e non impegnativo.