Epidemia polmonite da coronavirus – COVID-19 – 2019-nCoV

A partire dal mese di dicembre 2019 si è registrata una serie di casi di polmonite da coronavirus (2019-nCoV dal 11.02.2020 denominato ufficialmente dal WHO COVID-19) a Wuhan, Hubei in Cina ed in particolare in persone che erano presenti nell’area del mercato alimentare e ittico. Si ritiene che il paziente zero sia stato infettato il 08.12.2019. Emergenza24 è stata la prima fonte occidentale a seguire il caso a partire dalle ore 22:40 del 31.12.2019 e continua il monitoraggio su +180 fonti H24. Informazioni sull’influenza. Leggi anche I numeri del coronavirus. Leggi tutte le informazioni sul COVID19 dal 31.12.2019 (archivio) – Incendi in terapie intensive COVID19 – Coronavirus e visoni.

Totale confermati: 331.475.000

Morti: 5.548.000

(aggiornati alle 19:00 del 18.01.2021)

Dati aggiornati worldwide ad esclusione della Cina, che sono riferiti alle 23:00 UTC+1 del giorno precedente. Come da standard WHO si intendono nei casi la somma dei malati, dei guariti e dei decessi. I dati italiani sono riferiti all’ultimo comunicato del DPC. Maggiori informazioni sulla raccolta dati sono disponibili qui.

CRONOLOGIA INVERSA

18.01.2022 – 17:00 – Italia: 228.179 nuovi contagi (peggior dato di sempre), 434 morti (peggior dato dal 14.04.2021) segnalati nelle ultime 24 ore.  141.825 morti da inizio pandemia. In questo momento ci sono in Italia 2.562.156 positivi, il valore più alto di sempre. La Regione Sicilia comunica che 72 decessi sono riferiti ai giorni precedenti.

17.01.2022 – 17:00 – Italia: 83.403 nuovi contagi, 287 morti segnalati nelle ultime 24 ore.  141.391 morti da inizio pandemia. In questo momento ci sono in Italia 2.555.278 positivi, il valore più alto di sempre.

16.01.2022 – 17:00 – Italia: 149.512 nuovi contagi, 248 morti segnalati nelle ultime 24 ore.  141.104 morti da inizio pandemia. In questo momento ci sono in Italia 2.548.857 positivi, il valore più alto di sempre.
ATTENZIONE: il numero reale comunica oggi sarebbe di 157.465 in quanto la Regione Puglia ANCHE OGGI (per il terzo giorno consecutivo) ha aggiunto (ma non li ha indicati nel conteggio odierno) +7987 casi pregressi (dal 01.01.2022 al 15.01.2022).  Nelle tabelle da noi elaborate è riportato correttamente il valore di 157.465 casi. La Regione Puglia ha omesso quindi 35.226 casi nei primi 15 giorni del 2022.

15.01.2022 – 23:00 – Abbiamo normalizzato i dati della Regione Puglia proporzionando i dati omessi (+14.647 comunicato il 14.01.2022 e +12.592 comunicato il 15.01.2022 e riferiti ai giorni compresi tra il 01.01.2022 e 15.01.2022). Il risultato è che i nuovi casi in Puglia nello stesso periodo non  sono +81.012 ma 108.251 con un errore del +34%. Il grafico seguente riepiloga la situazione.

15.01.2022 – 17:00 – Italia: 180.426 nuovi contagi, 308 morti segnalati nelle ultime 24 ore.  140.856 morti da inizio pandemia. In questo momento ci sono in Italia 2.470.847 positivi, il valore più alto di sempre.
ATTENZIONE: il numero reale comunica oggi sarebbe di 192.936 in quanto la Regione Puglia ANCHE OGGI ha aggiunto (ma non li ha indicati nel conteggio odierno) +12.592 casi pregressi (dal 01.01.2022 al 13.01.2022).  Nelle tabelle da noi elaborate è riportato correttamente il valore di 192.936 casi.

14.01.2022 – 17:00 – Italia: 186.253 nuovi contagi, 360 morti segnalati nelle ultime 24 ore.  140.548 morti da inizio pandemia. In questo momento ci sono in Italia 2.398.828 positivi, il valore più alto di sempre.
ATTENZIONE: il numero reale comunica oggi sarebbe di 200.869 in quanto la Regione Puglia ha aggiunto solo oggi (ma non li ha indicati nel conteggio odierno) +14.647 casi pregressi (dal 01.01.2022 al 13.01.2022).  Nelle tabelle da noi elaborate è riportato correttamente il valore di 200.869 casi.

14.01.2022 – 00:00 – Lombardia – Da venerdì 14.01.2022 Regione Lombardia sarà in grado di distinguere all’interno dei ‘ricoveri Covid positivi’ dei propri ospedali, quali ricoveri afferiscono direttamente a una patologia ‘Covid-dipendente’ (polmoniti e gravi insufficienze respiratorie) e quali invece si riferiscono a pazienti ospedalizzati per altre patologie e poi riscontrati positivi al tampone pre-ricovero. Questo è finalizzato a dare una rappresentazione più realistica e oggettiva della pressione sugli ospedali causata dal Covid. Per ora, non avendo ancora ricevuto nuove indicazioni in tal senso dal Ministero come da nostra richiesta, il flusso traferito sarà ancora ‘unico’, privo quindi della distinzione sopra specificata. Fonte: Direzione Generale Welfare della Regione Lombardia

13.01.2022 – 17:00 – Italia: 184.615 nuovi contagi, 316 morti segnalati nelle ultime 24 ore.  140188 morti da inizio pandemia. In questo momento ci sono in Italia 2.323.518 positivi, il valore più alto di sempre.

13.01.2022 – 16:00 – Italia – Dai dati forniti dalle regioni è stato superato il numero di +140.000 morti

12.01.2022 – 17:00 – Italia: 196.224 nuovi contagi, +313 morti segnalati nelle ultime 24 ore (di cui 37 deceduti in Toscana e 23 in Sicilia nei giorni precedenti e non segnalati).  +139.559 morti da inizio pandemia. In questo momento ci sono in Italia +2.134.139 positivi, il valore più alto di sempre.

11.01.2022 – 17:00 – Italia: 220.532 nuovi contagi, +294 morti segnalati nelle ultime 24 ore (di cui 36 deceduti nei giorni precedenti e non segnalati dalla Regione Sicilia).  +139.559 morti da inizio pandemia. In questo momento ci sono in Italia +2.134.139 positivi, il valore più alto di sempre.
Il numero dei casi nell’ultima settimana è +49% sulla precedente.
Il numero dei decessi nell’ultima settimana è +39% sulla precedente.

11.01.2022 – 15:00 – Italia –  Il 34% dei pazienti positivi ricoverati non è malato di Covid-19: non è in ospedale per sindromi respiratorie o polmonari e non ha sviluppato la malattia da Covid ma richiede assistenza sanitaria per altre patologie e al momento del tampone pre-ricovero risulta positivo al Sars-CoV-2. I dati emergono da uno studio fatto da Fiaso (Federazione Italiana Aziende Sanitarie e Ospedaliere) sui ricoveri di 6 grandi aziende ospedaliere e sanitarie: Asst Spedali civili di Brescia, Irccs Ospedale Policlinico San Martino di Genova, Irccs Aou di Bologna, Policlinico Tor Vergata, Ospedale San Giuseppe Moscati di Avellino e Policlinico di Bari.
Secondo Fiaso, dunque, “un paziente su tre sia pur con infezione accertata al virus Sars-CoV-2, viene ospedalizzato per curare tutt’altro: traumi, infarti, emorragie, scompensi, tumori”. In tutto sono stati analizzati 550 pazienti ricoverati nelle aree Covid dei sei ospedali: un campione pari al 4% del totale dei ricoverati negli ospedali italiani”. La rilevazione è stata effettuata il 5 gennaio.
Dei complessivi 550 pazienti monitorati, 363 (il 66%) sono ospedalizzati con diagnosi da infezione polmonare. Mentre 187 (il 34%) non manifestano segni clinici, radiografici e laboratoristici di interessamento polmonare: ovvero sono stati ricoverati non per il virus ma con il virus.
La diagnosi da infezione da Sars-CoV-2 è dunque occasionale. Per la stragrande maggioranza, il 36% del totale dei ricoverati positivi ma senza sintomi respiratori, si tratta di donne in gravidanza che necessitano di assistenza ostetrica e ginecologica. Il 33%, invece, è composto da pazienti che hanno subito uno scompenso della condizione internistica derivante da diabete o altre malattie metaboliche, da patologie cardiovascolari, neurologiche, oncologiche o broncopneumopatie croniche. Un’altra quota, pari all’8%, riguarda pazienti con ischemie, ictus, emorragie cerebrali o infarti. Un altro 8%, invece, è rappresentato da quei pazienti che devono sottoporsi a un intervento chirurgico urgente e indifferibile pur se positivi al Covid. C’è inoltre una parte, complessivamente il 6% del totale, di pazienti che arrivano al pronto soccorso a causa di incidenti e richiedono assistenza per vari traumi e fratture.

10.01.2022 – 17:00 – Italia: 101.762 nuovi contagi, +227 morti nelle ultime 24 ore.  +139.265 morti da inizio pandemia. In questo momento ci sono in Italia +2.004.597 positivi, il valore più alto di sempre.
I dati ufficiali di oggi presentano delle anomalie. In particolare l’incremento del numero dei casi ufficialmente è di 101.762 contro i 117405 ricavato dai calcoli tabellari sempre dello stesso Ministero: In particolare in Abruzzo (+1), in Liguria (-935) e in Friuli Venezia Giulia (-14.716). Prendendo il solo Friuli Venezia Giulia il Comunicato stampa odierno (link e permalink) riporta “Dall’inizio della pandemia in Friuli Venezia Giulia sono risultate positive complessivamente 183.155 persone”.  La tabella seguente spiega meglio le differenze.

Abbiamo appreso che in Friuli Venezia Giulia i casi indicati ieri come 166.838 sarebbero in realtà 181.557. In totale erano stati omessi 15.643 casi. Le tabelle di Emergenza24 sono pertanto corrette.

09.01.2022 – 17:00 – Italia: 155.659 (attenzione leggi UPDATE sotto) nuovi contagi, +157 morti nelle ultime 24 ore.  +139.038 morti da inizio pandemia. In questo momento ci sono in Italia +1.943.979 positivi, il valore più alto di sempre.
ATTENZIONE – UPDATE il 10.01.2022 abbiamo appreso che la Regione Friuli Venezia Giulia aveva 181.557 casi e non 166.838. I casi pertanto il 09.01.2022 sono 155.659+14719 = 170.378.

08.01.2022 – 17:00 – Italia: 197.552 nuovi contagi, +184 morti nelle ultime 24 ore.  +138.881 morti da inizio pandemia. In questo momento ci sono in Italia +1.818.893 positivi, il valore più alto di sempre.

07.01.2022 – 17:00 – Italia: 108.304 nuovi contagi, +223 morti nelle ultime 24 ore.  +138.697 morti da inizio pandemia. In questo momento ci sono in Italia +1.674.071 positivi, il valore più alto di sempre.

06.01.2022 – 17:00 – Italia: 219.441 nuovi contagi (peggior dato di sempre con 152 nuovi casi ogni minuto), +223 morti nelle ultime 24 ore.  +138.474 morti da inizio pandemia. In questo momento ci sono in Italia +1.593.579 positivi, il valore più alto di sempre.

05.01.2022 – 17:00 – Italia: 189.109 nuovi contagi (peggior dato di sempre con 131 nuovi casi ogni minuto), +231 morti nelle ultime 24 ore.  +138.276 morti da inizio pandemia. In questo momento ci sono in Italia +1.421.117 positivi, il valore più alto di sempre.

04.01.2022 – 17:00 – Italia: 170.844 nuovi contagi (peggior dato di sempre con 118 nuovi casi ogni minuto), +259 morti nelle ultime 24 ore (peggior dato dal 12.05.2021).  +138.045 morti da inizio pandemia. In questo momento ci sono in Italia +1.265.297 positivi, il valore più alto di sempre. Alcuni decessi della Regione Liguri (30) sono riferibili ai giorni precedenti.

 

03.01.2022 – 17:00 – Italia: 68.052 nuovi contagi, +140 morti nelle ultime 24 ore.  +137.786 morti da inizio pandemia. In questo momento ci sono in Italia +1.125.052 positivi, il valore più alto di sempre.

02.01.2022 – 17:00 – Italia: 61.046 nuovi contagi, +133 morti nelle ultime 24 ore.  +137.646 morti da inizio pandemia. In questo momento ci sono in Italia +1.070.537 positivi, il valore più alto di sempre.

01.01.2022 – 17:00 – Italia: 141.262 nuovi contagi, +111 morti nelle ultime 24 ore.  +137513 morti da inizio pandemia. In questo momento ci sono in Italia +1.021.697 positivi, il valore più alto di sempre.

Riepilogo dati al 31.12.2021

Il 2021 si chiude con questi dati: +144.243 nuovi contagi (peggior dato di sempre con 100 nuovi casi ogni minuto), +155 morti nelle ultime 24 ore.  +137.402 morti da inizio pandemia. In questo momento ci sono in Italia +900.984 positivi, il valore più alto di sempre.

31.12.2021 – 00:00 – Sono due anni esatti che ci occupiamo di COVID19. Di seguito il nostro impegno e i ringraziamenti.

Informazioni di base

INDICAZIONI DEL MINISTERO DELLA SALUTE

Questa voce è stata pubblicata in epidemia e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.